Corsi di formazione

Per insegnanti della scuola primaria e delle scuole secondarie di primo grado

L'impianto metodologico di Opificium scientiae attiene all'idea di "laboratorio spettacolo" inteso come insieme di tutte le opportunità, interne ed esterne ai contenuti e utili per dare un contesto pratico all'osservazione, alla sperimentazione, alla costruzione di un vero e proprio "metodo scientifico" di analisi della realtà e di intervento modificante della stessa. Parallelamente, per ragionare su questi temi in maniera diversa utilizzeremo il gioco quale strumento che permetta di rimuovere o cambiare la struttura di equilibrio tradizionale della didattica, chiamando in causa la creatività e l’approccio manuale, oltre che le capacità verbali, intellettuali e razionali. L’atteggiamento tenuto sarà quello prevalentemente costruttivista: l'utente costruirà da sé le proprie conoscenze a partire da saperi e idee maturate nel corso di una sua formazione spontanea, basata su idee di senso comune, che verrà guidata lungo il percorso; insomma non un atteggiamento che tenda a demolire preesistenti basi conoscitive per imporne delle altre ma che si espliciti da un background di fondo.

Per quanto possibile cercheremo di “travestire” il ragionamento ricostruendolo attraverso le tecniche del teatro, quelle della narrazione o del training; piegare un discorso scientifico, per esempio ad una storia, vuol dire far diventare naturale un discorso che non lo è, passando dall’astrazione alla concretezza, ovvero da ciò che l’autore vuole dire a quello che i ragazzi vogliono “sentire”.

I contenuti del corso saranno organizzati in collaborazione con gli insegnanti e si svilupperanno attorno alla realizzazione di esperimenti realizzati con materiale di facile reperibilità, mentre la scienza che sta dietro gli esperimenti emergerà attraverso il gioco. Il corso prevede incontri con i soli insegnanti e degli incontri in classe con gli studenti.